Mostre ed eventi per celebrare Totò a 50 anni dalla scomparsa

0
110

Tre luoghi espositivi e un’unica iniziativa, per ricordarlo a 50 anni dalla scomparsa. Con “Totò genio” dal 12 aprile al 9 luglio prossimi, il Comune di Napoli celebra l’artista napoletano.

Saranno tre le sedi che ospiteranno l’iniziativa con un ricco calendario di appuntamenti collaterali, da Castel Nuovo, a Palazzo Reale e il Convento di San Domenico Maggiore. La mostra è voluta dall’associazione Antonio de Curtis, e co-organizzata con Istituto Luce, Palazzo Reale e Rai. L’obiettivo è far conoscere ai giovani “un personaggio di grande intelligenza e di rara sensibilità, un vero genio”, dicono gli organizzatori, attraverso immagini e testimonianze, molte inedite, che ripropongono un viaggio nel tempo attraverso l’arte universale di Totò. In esposizione anche la collezione dei disegni di Fellini su Totò e gli schizzi di Pasolini. Grande attrazione sarà il baule di scena che l’attore si portava dietro nei teatri e sui set cinematografici, e saranno esposti per la prima volta i costumi originari da lui indossati.

“Non poteva che partire da Napoli questa mostra perché Totò era profondamente napoletano”, spiega Elena, nipote dell’artista. Per il sindaco Luigi de Magistris, “sarà una mostra unica e itinerante, in tutto il mondo, voluta dai suoi familiari, e che sarà sempre seguita dalla città, con il suo logo”. Per Totò c’è, da parte del Comune di Napoli, anche il progetto di istituire un museo, oltre all’apertura nel Palazzo dello Spagnolo di un laboratorio di formazione per giovani al teatro e al cinema. A ricordare l’attore sarà anche la Regione Campania con l’iniziativa “Totò, l’arte, l’umanità”, che prenderà il via il 15 aprile, nel giorno in cui l’attore è scomparso.

Il cartellone predisposto dalla giunta guidata da Vincenzo De Luca è stato realizzato dalla Regione con la Fondazione Campania dei festival e la Fondazione Film Commission. Sono previsti spettacoli, concerti, installazioni, ricostruzione di set cinematografici e anche un convegno internazionale all’Università Suor Orsola Benincasa. L’auditorium del Centro di produzione Rai di Napoli, poi, ospiterà una “Serata Totò” in omaggio all’artista e alla sua città natale, che sarà presentata da Renzo Arbore. Insieme con la Fondazione di Comunità San Gennaro, saranno organizzati eventi anche nel Rione Sanità, luogo in cui, in via Santa Maria Antesaecula, nacque l’artista l’intero rione diventerà, per tutto il periodo delle iniziative, un museo a cielo aperto e, sempre nel quartiere, si terranno visite, percorsi enogastronomici, laboratori e attività ludico-sportive per i bambini. Anche i teatri saranno protagonisti di numerosi eventi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here