Liberalizzazione stabilimenti balneari, De Luca: “Trovare meccanismo equilibrato”

0
111

“Liberalizzazioni? Bisogna discutere in Europa. Si possono fare le gare, ma bisogna dare un’ancora a chi gestisce, come un diritto di prelazione, in modo che se si adegua all’offerta migliore, continua a gestire. Troviamo un meccanismo equilibrato. Noi ci stiamo ragionando in Campania per gli stabilimenti balneari”. Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto a Lira Tv.

“Per quanto riguarda i tassisti – aggiunge – dobbiamo constatare che ci sono piccoli feudi. Se hanno 21 sindacati è un circo equestre. Come si fa la trattativa in questo modo? Questa cosa indebolisce anche loro. Ma un conto è avere servizi moderni e innovativi. Un altro conto è avere la desertificazione. E’ come l’effetto ipermercati: per un periodo erano la bibbia, poi hanno cominciato a chiudere i negozi di vicinato. Arriva una multinazionale e trasforma i commercianti in dipendenti, e in nome della modernizzazione si creano migliaia di disoccupati”.

“C’è una normativa Ue – prosegue Luca – che dice che dobbiamo favorire la concorrenza, come gli stabilimenti balneari che occupano le aree demaniali date in gestione a imprenditori senza gara. Quando fai la gara è probabile che arriva uno che ti fa un’offerta migliore. Sono ragionamenti teorici che sulla carta filano, ma non fanno i conti con uomini di carne e ossa. Anche qui la politica ha una funzione che è quella di mediare tra riforme che astrattamente vanno bene e le condizioni reali, perché in quella realtà hai imprenditori e famiglie che hanno fatto investimenti in quegli impianti, hanno fatto il ristorante, la discoteca. Se gli dici che fai la gara, gli sconvolgi la vita. Serve equilibrio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here