Costa d’Amalfi. 600 mezzi elettrici e 380 stazioni di sosta per la micro-mobilità alternativa con il progetto Elettrify.

0
61

600 mezzi elettrici e 380 stazioni di sosta per la micro-mobilità alternativa in Costa d’Amalfi. La mobilità sostenibile con e-bike e monopattini è realtà grazie al progetto “Elettrify. Micro-mobilità Sostenibile”, promosso dall’Associazione Distretto Turistico Costa d’Amalfi attraverso il suo braccio operativo Rete Sviluppo Turistico Costa d’Amalfi, con la partecipazione di tutti i comuni della Divina, con capofila Tramonti. I primi mezzi sono stati già rilasciati nei giorni scorsi e hanno già fatto registrare il loro uso, nell’arco di un paio di settimane raggiungeranno la quota di 600 sull’intera Costiera.

Il progetto, dopo una fase pilota sperimentale condotta nel 2020, è ora realtà ed è stato presentato sabato 23 aprile 2022 alle ore 16.00 presso l’aula consiliare del Comune di Tramonti con gli interventi di Andrea Ferraioli, presidente dell’Associazione Distretto Turistico Costa d’Amalfi, Domenico Amatruda, sindaco di Tramonti, Michele Buonomo, Legambiente Campania, Marco Tordi, fondatore di Elettrify, la start-up che fornisce e si occupa della flotta di mezzi elettrici, e con i saluti dei sindaci della Divina, a rappresentare la forte sinergia territoriale alla base del progetto. Tutti i comuni del comprensorio turistico hanno infatti aderito deliberando di ospitare sul proprio territorio aree riservate all’accoglienza delle e-bike: la fascia costiera che va da Positano a Vietri sul Mare, passando per Praiano, Furore, Conca dei Marini, Amalfi, Minori, Maiori, senza escludere le cittadine poste più in alto come Tramonti, Ravello, Scala e Agerola. Il progetto porta in dote anche una risorsa per i Comuni: ad ogni comando di Polizia Locale saranno donati per Elettrify, in collaborazione con il partner tecnico Nilox, una e-bike ed un monopattino di servizio, personalizzati con gli stemmi della polizia e della città di appartenenza.

Andrea Ferraioli, presidente dell’Associazione Distretto Turistico Costa d’Amalfi dichiara: “Il progetto è testimonianza di un collegamento sempre più forte tra i comuni della Costiera. Come Distretto Turistico ne siamo molto felici perché significa che stiamo creando una rete che lavora e collabora per lo sviluppo dell’intero territorio. Credo molto alla buona riuscita di questa iniziativa, grazie a questa forte sinergia territoriale e grazie ad Elettrify che ha preso sede sul territorio e sarà sempre al nostro fianco nello sviluppo del progetto. È un nuovo passo compiuto, in un quadro di azioni generali come l’installazione delle colonne elettriche e Zero Waste Amalfi Coast, per rendere la Costa d’Amalfi una destinazione sempre più sostenibile”.

Anche il sindaco di Tramonti Domenico Amatruda ha sottolineato: “Si tratta di una giornata importante: dalla collaborazione tra i comuni del territorio e il Distretto nasce un servizio importante sia per la popolazione che per l’accoglienza al turismo”.

La micro-mobilità alternativa del progetto è ispirata alla sostenibilità in ogni suo aspetto, come ha dichiarato il fondatore dei Elettrify, Alessandro Tordi: “Vediamo la micro-mobilità come un attivatore che sia risorsa per il territorio, e per questo motivo l’abbonamento per i residenti è stato pensato in modo tale da portare loro un risparmio del 96% dei costi, così come fatto per l’abbonamento destinato agli stagionali non residenti per i quali il risparmio è del 90%”.

Da qui nascono gli abbonamenti mensili agevolati e senza obbligo di rinnovo disponibili a partire dal mese di maggio per i residenti, che con 19.90€ al mese avranno diritto ad un’ora di spostamenti al giorno con i mezzi elettrici con sblocchi gratuiti illimitati, con un risparmio pari al 96% rispetto al prezzo al minuto giornaliero. Abbonamenti agevolati a partire da maggio anche per gli stagionali non residenti che lavorano in Costiera Amalfitana: per loro il costo è di 49,90€ al mese con un risparmio del 90% sul costo del minutaggio giornaliero. Per tutti gli altri, lo sharing dei mezzi costerà 0.50€ per lo sbloccaggio, a fronte di una media nazionale che si attesta su 1€, e 0.25€ al minuto. Possibili per tutto abbonamenti giornalieri da 9,90€ con 60 minuti di uso con sbloccaggi illimitati, e a pari condizioni un abbonamento settimanale da 39,90€. I mezzi possono essere sbloccati attraverso l’app dedicata, chiamata Elettrify e disponibile sia su Play Store che su App Store.

La sostenibilità del progetto di micro-mobilità, declinata in ogni forma, ha portato anche alle valutazioni degli impatti sul territorio, ed è stato per questo deciso che i mezzi elettrici, che sono geolocalizzati, potranno essere prelevati e depositati unicamente presso le stazioni dedicate alla sosta. In caso contrario l’app Elettrify non consentirà l’interruzione della corsa e continuerà a computare minutaggio e costi. Lo stesso sistema di controllo farà sì che alle e-bike siano consentiti tratti urbani ed extraurbani, mentre i monopattini potranno circolare solo entro i confini della città nella quale sono stati rilasciati.   

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here