“Turismo sostenibile”, architetti e associazioni ne discutono ad Amalfi

0
94

“Turismo sostenibile, un’opportunità per il territorio”. E’ questo il tema del convegno–dibattito in programma venerdì 10 marzo, a partire dalle 16.30, nel Salone Morelli del Comune di Amalfi con il patrocinio del Comune. L’iniziativa segna un’ulteriore tappa del processo di apertura dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Salerno verso istituzioni e comparti produttivi della società civile. “Il convegno nasce, infatti dalle sollecitazioni di Federalberghi e segue altre iniziative dell’Ordine degli Architetti di Salerno –dichiara la presidente Maria Gabriella Alfano – dedicate all’ospitalità turistica green. Siamo convinti che in un territorio straordinario come il nostro le strutture ricettive debbano puntare sempre più alla bellezza delle costruzioni, alla riduzione dei consumi energetici, all’utilizzo delle energie pulite, alla riduzione dei rifiuti”.

In tal senso importanti contributi saranno forniti dai rappresentanti della Soprintendenza ABAP di Salerno, dall’esperto del circuito Hotel Rifiuti Zero e dall’Assessore allo Sviluppo e Promozione del Territorio della Regione Campania che concluderà i lavori.

In tal senso importanti contributi saranno forniti dai relatori. Dopo i saluti del sindaco di Amalfi Daniele Milano, della Soprintendente Abap di Salerno Francesca Casule, della presidente dell’Ordine degli Architetti Maria Gabriella Alfano, del presidente di Federalberghi provinciale Giuseppe Gagliano, interverranno: l’architetto Rosalba Fatigati, consigliera dell’Ordine di Salerno, responsabile della commissione Qualità dell’Architettura e dell’Ambiente urbano e rurale, parlerà di efficientamento energetico e accessibilità delle strutture ricettive; Antonino Esposito, esperto di turismo sostenibile e ideatore del progetto “Hotel Rifiuti Zero” di sostenibilità come opportunità; l’architetto Giovanni Villani, capo area settore beni paesaggistici della Soprintendenza Apab di Salerno e Avellino, di interventi sulle strutture turistiche della Costa d’Amalfi tra innovazione e tutela culturale e paesaggistica; Giovanni D’Alessandro, Ceo relazioni esterne di Tripmetoo, il portale del turismo accessibile, di innovazione digitale e accessibilità; Luigi Cuomo, direttore di Penisolaverde di riduzione dei rifiuti. Seguirà il dibattito, moderato dal giornalista Emiliano Amato, direttore della testata on line “Il Vescovado” e Presidente dell’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi.

Le conclusioni saranno affidate a Corrado Matera, Assessore al Turismo della Giunta Regionale della Campania.

Uno degli asset decisivi della provincia di Salerno, in relazione alle politiche di sviluppo territoriale, probabilmente quello fondamentale, resta il turismo. Ma perché il settore conservi un ruolo di traino per l’economia, è necessario che tutti gli attori presenti sulla scena si sforzino di rispettare l’ambiente e le risorse naturali, senza violentare il territorio. E il convegno di Amalfi rappresenta una sorta di “chiamata alle armi” in vista della prossima stagione turistica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here