Estate 2019: la Campania, una tra le regioni più costose d’Italia per le case vacanza, il report di Holidu.

0
198

La Campania è una tra le regioni italiane più conosciute e frequentate dai turisti di tutto il mondo. Famosa per i paesaggi pittoreschi, per i luoghi di importanza storica e per le molte opere d’arte presenti, questa regione del meridione è da sempre una meta turistica tra le più ambite nel nostro paese, sia nel periodo di alta che in quello di bassa stagione. Grazie ai dati che noi di Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, abbiamo raccolto per l’anno 2019, metteremo in risalto le destinazioni di maggior interesse presenti nel suo territorio, confrontandole con le oltre 300 località per le vacanze prese in esame in tutta Italia.

In estate il costo medio in Campania è tra i più alti d’Italia

Nella classifica dei prezzi delle regioni italiane in alta stagione, troviamo in prima posizione il Veneto in cui si spende mediamente 177€ per una notte, seguito dal Trentino-Alto Adige con un costo medio di 167€ nello stesso periodo. La Campania si posiziona 3° in questa classifica, con una spesa media per un alloggio in estate pari a 165€ a notte. Analizzando la settimana di bassa stagione, che va dal 14 al 21 settembre, possiamo vedere che in Campania la spesa media è poco più bassa che in estate; il costo per notte, infatti, è pari a 147€, che si riflette in un risparmio del 10,91% tra il periodo di bassa e di alta stagione. Un altro dato interessante, riguarda due regioni geograficamente vicine la Campania: la Basilicata ed il Molise. Entrambe si posizionano agli ultimi posti della nostra classifica, offrendo dei prezzi molto convenienti; la Basilicata ha un costo medio per alloggio di 104€ in alta e 95€ in bassa stagione, mentre il Molise si attesta sugli 85€ in alta e 130€ per una notte in bassa stagione.

Salerno e Napoli, le province costiere più costose della Campania

La provincia di Salerno con i suoi 168€ in alta stagione e 151€ in bassa, risulta essere la provincia con il costo medio più elevato di tutta la regione; un dettaglio interessante si riferisce ai dati riguardanti i prezzi medi nazionali, dove questa provincia si classifica 4° tra  tutte le presenti nella nostra penisola. A seguire troviamo la provincia di Napoli, con un prezzo medio per gli affitti di 149€ al giorno nel periodo estivo e di 136€ in bassa stagione. Entrambe le province detengono questo primato regionale grazie alle isole e alle molte località costiere, che fungono da principale richiamo per il turismo estivo della regione.

 

Discorso differente va fatto per le altre tre province presenti nell’entroterra Campano; i nostri dati, infatti, mostrano subito come le province di Caserta, Benevento e Avellino abbiano dei costi medi più contenuti. La provincia di Caserta, con 110€ in estate e 107€ in settembre si discosta di solo il 2,73% tra i due periodi presi in esame. Quella di Benevento è la provincia con il dato più rilevante; con i suoi 99€ a notte nel periodo di alta stagione contro i 66€ in bassa, apporta una differenza significativa pari al 33,33%, la più elevata della regione. In totale controtendenza è la provincia di Avellino, dove nel periodo di bassa stagione il costo per un alloggio è di 105€, mentre in agosto è pari a 87€ per notte, dimostrando di essere una provincia più convincente durante l’alta stagione.

 

Nella provincia di Salerno le destinazioni più gettonate dell’estate

Tra le destinazioni prese in esame in Campania, la provincia di Salerno risulta essere il territorio più popolare ed amato, dove si concentra la maggior parte della richiesta turistica, con costi medi più elevati di tutta la regione. La destinazione con il prezzo medio più elevato per alloggio è Positano, con 420€ in alta stagione e 425€ in bassa per una notte: questa destinazione si rivela la più costosa delle oltre 100 esaminate attraverso i nostri dati di tutta la penisola italiana. Sorrento, in provincia di Napoli, si posiziona come seconda della regione, distanziandosi dai costi elevati di Positano con una spesa media di 221€ in alta stagione e di 205€ in bassa. Dalla 3° posizione, dove troviamo Palinuro con 200€ in alta e 119€ in bassa, fino alla penultima posizione, rientrano tutte destinazioni presenti nel territorio di Salerno, confermando questa provincia la regina dell‘intera regione. Fanalino di coda di questa classifica è la località di Posillipo con costi per gli alloggi pari a 122€ in alta stagione e 112€ in bassa: la seconda delle due destinazioni prese in esame facenti parte della provincia di Napoli, si attesta come la più economica della Campania.

Capri, la seconda isola più costosa in Italia

Capri, Ischia e Procida, sono le tre isole più importanti della regione Campania che da sempre esercitano un forte richiamo turistico in particolar modo nel periodo estivo. Tutte e tre le isole rientrano nel territorio di Napoli, arricchendo così il lustro di questa provincia. La classifica da noi stilata, dove sono presenti le maggiori isole italiane, vede Capri posizionarsi seconda con un costo medio di 360€ a notte in alta stagione e di 297€ in bassa. Con una differenza esigua tra loro, Ischia e Procida (rispettivamente 154€ e 150€ in alta stagione) si posizionano invece 2° e 3° nella classifica regionale come costi medi delle isole. L’isola di Procida, nello specifico, raggiunge un significativo 33,33% di risparmio diventando la destinazione ideale per una vacanza nel periodo meno gettonato dell’anno.

Alcune differenze tra le destinazioni più richieste nel sud Italia in settembre

Come già accennato, la Campania è una tra le prime regioni in Italia con il costo medio più elevato per un alloggio, con un risparmio del 10,91% tra alta e bassa stagione. Nella provincia di Salerno compaiono alcune destinazioni che offrono un maggior risparmio nel periodo di settembre; a Castellabate, ad esempio, è possibile prendere un alloggio in affitto a 92€ nel periodo di bassa stagione contro i 163€ in estate, ottenendo un notevole risparmio che arriva al 43% circa. Nella medesima provincia, nella zona del Cilento, troviamo prezzi ancora più vantaggiosi nel periodo di settembre; il Cilento, con un costo medio di 90€ per una notte, si profila infatti come la destinazione Campana più conveniente.

 

Nelle regioni vicine, direttamente in concorrenza con la Campania, abbiamo a disposizione altre località che propongono costi più contenuti nel periodo di bassa stagione. In Calabria, nella località di Praia a Mare ad esempio, abbiamo constatato che il prezzo medio di settembre è pari a 89€, questo permette di ottenere un risparmio del 48% circa rispetto al costo in estate. Un‘altra località molto richiesta del meridione è Vieste in Puglia; qui il risparmio tra agosto e settembre si attesta al 45% circa, con un prezzo medio molto conveniente nel periodo di bassa stagione di 78€.

 

Mete turistiche più privilegiate per la prossima estate

Analizzando i dati che fanno riferimento al prezzo medio europeo per l’affitto di un alloggio, il nostro paese si posiziona a circa metà classifica. L’Italia presenta una spesa media di 157€ nel periodo di alta stagione, restando più conveniente della Spagna, con una spesa di 171€, e della Grecia, con un costo medio di 187€ nello stesso periodo. Diversamente, il Portogallo e la Croazia, altri due paesi molto frequentati in estate, permettono ai turisti affitti più vantaggiosi rispetto al nostro paese; il Portogallo offre alloggi con un costo medio di 152€, mentre con la Croazia arriviamo ad avere una spesa media di 120€ a notte nel periodo estivo.

 

 

 

 

 

Metodologia

I dati sui prezzi delle case vacanza sono stati estrapolati dal database di Holidu a gennaio 2019. Le date scelte per l’alta e bassa stagione in tutti i paesi europei sono dal 03.08.2019 – 10.08.2019 1 e dal 14.09.2019 – 21.09.2019. Sono stati presi in considerazione appartamenti con una capienza da 3 a 8 persone ed è stata calcolata la mediana del prezzo al giorno (eliminando i duplicati). Non sono stati presi in considerazione i dati per le località con meno di 5 alloggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here