Dopo il successo al TTG di Rimini i grandi buyers internazionali arrivano in Costiera.

0
55

Dopo la partecipazione al TTG Travel Experience di Rimini con la nuova veste Authentic Amalfi Coast, la Rete di Sviluppo ha invitato in Costiera Amalfitana i migliori tour operator del mercato internazionale provenienti dal Nord America ma anche dagli Emirati Arabi. L’Educational Tour si è da poco concluso.

 

Ferraioli: “L’obiettivo era quello di trasmettere e raccontare una Costiera fatta di tradizioni, di cultura, di arte e di scoperte artistiche, paesaggistiche e gastronomiche. Il nuovo marchio Authentic Amalfi Coast si propone infatti di infondere nel visitatore una conoscenza profonda della storia locale”.

 

“Stiamo cercando di mettere in risalto quella che è l’autenticità della Costiera, il nostro artigianato, i nostri prodotti tipici affinché i tour operator possano promuovere e valorizzare l’autenticità del nostro territorio nei loro pacchetti vacanza”. Lo ha dichiarato Andrea Ferraioli, Presidente del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana, a margine del tour che ha visto la presenza di buyer internazionali.

 

“L’Educational Tour degli operatori è iniziato con il trekking lungo il Sentiero dei Limoni che connette Minori alla vicina Maiori, mulattiera d’importanza strategica prima della costruzione in epoca borbonica della SS 163 Amalfitana. La loro esperienza olfattiva è proseguita poi nella bella e suggestiva Cetara – ha proseguito Ferraioli – dove hanno visitato uno dei laboratori di produzione della colatura di alici.

 

Dopo questo primo assaggio, è stata la volta del museo d’arte della ceramica a cielo aperto quale è Praiano Naturarte. Gli ospiti internazionali sono entrati in contatto con le 150 installazioni artistiche narranti le storie delle janare, di Pultrone, del viaggio mitologico di Ulisse. Dopo circa 1000 scalini, si sono lasciati ammaliare dal Suono degli Dei al Convento di San Domenico in uno scenario di straordinaria bellezza, immersi tra natura, cielo e mare, sul Sentiero degli Dei.

 

La visita è proseguita poi alla scoperta dei sapori e i segreti di un’azienda produttrice di limoncello e deliziose marmellate nella famosa Positano e della meravigliosa Villa Romana, testimonianza del retaggio storico della Costiera con i suoi reperti archeologici dal valore inestimabile. L’ultima tappa si è svolta ad Amalfi con la visita del Duomo, uno dei monumenti più caratteristici della costiera, e del Museo della Carta.

 

I tour operator hanno potuto conoscere una Costiera da vivere e non da attraversare, attenta ad un turismo sostenibile, fatto di viaggiatori rispettosi e desiderosi di immergersi nel territorio e nella comunità, lontani dall’idea di un turismo fugace mordi e fuggi. Il workshop conclusivo si è svolto nel magnifico scenario degli Arsenali di Amalfi. I buyer hanno incontrato gli imprenditori locali che hanno potuto presentare la loro attività e proporre servizi, pacchetti e tariffe corporate”.

 

Ora la Costiera volerà a New York a fine mese. Poi il 15 ed il 16 Novembre i prodotti e la cultura della Divina saranno in Piazza Fontana a Milano.

 

“Saremo a New York – ha concluso Ferraioli – ed accadrà Martedì 29 e Mercoledì 30 Ottobre.  Una due giorni promossa da ENIT, Agenzia Nazionale del Turismo.  Il Workshop Italian Luxury è un appuntamento organizzato da Virtuoso, Signature Travel Network e Travel Leaders Network, reti di Agenzie di Viaggi specializzate sul segmento luxury e tra le più radicate in Nord America. Sarà un’occasione importante anche per l’economia turistica della Costiera Amalfitana, rappresentata dalla Rete Sviluppo Turistico Costa d’Amalfi”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here